Gruppi parrocchiali

GRUPPO CARISMATICO

La comunità Gesù Risorto (CGR) nasce a Roma per iniziativa di tre coppie di sposi che provengono da un lungo cammino nel Rinnovamento Carismatico Cattolico: i coniugi Mollo, Serafini e Ancillotti che hanno contribuito alla nascita del Rinnovamento Carismatico Cattolico in Italia e alla sua espansione. I primi incontri delineano chiaramente l’identità di questa nuova comunità, anche attraverso il nome, e la Pentecoste che segue immediatamente la sua fondazione è presa ufficialmente come data di nascita: 7 giugno 1987.
Segue un’ampia e rapida diffusione, che porta la comunità a impiantarsi in Italia e all’Estero (Europa, Americhe e ultimamente in Camerun). Infatti oggi nel mondo è’ presente in 84 diocesi, per un totale di 329 comunità parrocchiali.
Nel marzo 1994 nasce la rivista ufficiale “Gesù Risorto” affidata ai coniugi Agata Alberta Avoli e Roberto Ricci.
Il 4 Aprile 2010 il Pontificio Consiglio per i laici decreta il riconoscimento della Comunità Gesù Risorto come associazione internazionale di fedeli. Il decreto di riconoscimento viene consegnato nelle mani di Paolo Serafini da S.Em. Stanislaw Rylko il 3 maggio 2010. L’approvazione definitiva è avvenuta il 3 aprile 2016.
La comunità Gesù Risorto, con il cammino che l’ha generata, è una delle realtà “storiche” del Rinnovamento carismatico italiano, del quale incarna compiutamente i fondamenti: l’esperienza viva “dell’effusione dello Spirito Santo” e la riscoperta e l’esercizio concreto di tutti i carismi, vissuti a edificazione della Chiesa e con spirito comunitario.
I membri della comunità invocano e accolgono in loro lo Spirito del Risorto e pertanto si dispongono a “lasciarsi trasformare in Cristo”:
• Accogliendo i suoi pensieri e sentimenti;
• Lasciandosi fondere nell’ unità ,a Gloria del Padre;
• Imparando a dare la vita per i fratelli, cioè a “morire per loro, per risorgere con loro”.
Attraverso la comunità i membri sono chiamati a sperimentare nello spirito, ogni giorno, la “risurrezione dalla morte”, che non attende l’uomo solo al termine del percorso terreno, e che deve essere trasmessa ad altri battezzati.
Questo “passaggio” viene vissuto essenzialmente nella preghiera, che è attività fondante e fondamentale della comunità e che si caratterizza come lode spontanea e ispirata, di ringraziamento e di adorazione, biblica e liturgica, comunitaria e personale.
Le trasformazioni interiori che ne scaturiscono trovano poi espressione concreta nelle opere che ciascuno, personalmente, è chiamato continuamente a compiere.
Altra attività fondante è l’evangelizzazione, alla quale tutti sono tenuti, e che viene svolta anche attraverso missioni organizzate, a carattere residenziale.
Guida spirituale e organizzativa di tutta la Comunità Gesù Risorto è il comitato internazionale di servizio (C.I.S.) composta da 7 membri, al cui interno ogni quattro anni viene eletto il Presidente.
La Comunità si radica principalmente nelle parrocchie.
Accanto alla parrocchia, altro ambito fondamentale è la famiglia, che viene valorizzata non solo come oggetto, ma anche come soggetto dell’azione carismatica ed evangelizzatrice.
Per aderire alla comunità è sufficiente frequentare regolarmente i suoi incontri.
Fra coloro che ne incarnano in maniera più spiccata la spiritualità e mostrano di poterla servire adeguatamente, vengono scelti responsabili, animatori e delegati diocesani, che possono così assumere impegni più specifici.
La comunità offre varie attività che fanno parte del suo cammino spirituale, tra cui l’opportunità di sperimentare in preghiera l’amore di Dio, di vivere il seminario di vita nuova nello Spirito, di approfondire la conversione e la comunione in una comunità di crescita (dove si pratica la condivisione di vita), di evangelizzare i propri ambienti di vita, studio e lavoro mediante comunità ambientali.
Opere a carattere più ampio e incentrate sulla formazione sono i ritiri diocesani e regionali, i corsi per i giovani, per animatori e responsabili, per delegati diocesani e il convegno internazionale.
Nella nostra diocesi Amalfi-Cava, la comunità è partita da Amalfi nel 1977 tra alterne vicende per assicurare la sua presenza in diverse parrocchie della stessa diocesi.
Ad Agerola si è impiantata a Bomerano il 5 Giugno 2003 e a Campora il 9 maggio 2009. Ne sono responsabili: a Bomerano Vuolo Luigi, Brancati Antonietta e Acampora Melchiorre; a Campora Acampora Rosanna, Vuolo Maria, Iovieno Gelsomino e Coccia Lucia.
La comunità nella nostra diocesi ha portato frutto all’interno della Chiesa con la presenza di operatori pastorali, quali ministri straordinari, catechisti, adoratori, messaggeri, membri di consiglio pastorale e vocazioni alla vita consacrata e al sacerdozio.
La comunità si incontra a Bomerano il giovedì alle ore 20, nella chiesa di Tutti i Santi; a Campora il lunedì alle ore 20, nella cappella di San Michele Arcangelo. Mensilmente si tiene la preghiera anche a San Lazzaro, generalmente il venerdì alle ore 19.

Parrocchia San Martino Vescovo

Iscriviti alla Newsletter

Condividi